Vita 21 Enna

“L’inclusione realizzata porta benessere per tutti: per chi è incluso e per chi include. Ma per realizzare questo servono persone disposte ad un cambiamento di mentalità, capaci di vedere oltre le apparenze e di riconoscere la parte migliore di se stesse”.

Questa è la convinzione dei soci di che hanno dato vita a Vita 21 Enna, associazione nata nel capoluogo più alto d’Italia.

Essa nasce nel 2013 per volere di sei famiglie che hanno accolto figli con la Sindrome di Down. E’ un’associazione, forse, un po’ atipica perché non si è mai occupata direttamente delle creature “dal cromosoma in più” ma ha sempre orientato le sue azioni nei confronti della comunità, cercando di offrire il proprio contributo perché diventasse ogni giorno più inclusiva.

Per questo motivo ha individuato tre aree di intervento: il mondo della scuola e della formazione, il mondo della cultura e dell’arte e il mondo del lavoro.

Dalla sua nascita Vita 21 Enna ha coinvolto oltre quattromila studenti delle scuole di Enna e della provincia, attraverso progetti che fanno parte dell’offerta formativa, suscitando interesse non solo nei giovani, ma anche nei genitori e negli insegnanti.

I genitori di Vita 21 Enna sono entrati a far parte dei programmi di formazione nei corsi per il titolo di “Sostegno”, presso l’università Kore di Enna.

Importante è stata la creazione e la diffusione a livello nazionale del Calendario artistico, di cui si è occupato anche il Corriere della sera, occasione per dire a tutti quale e quanta bellezza e quali risorse possano essere presenti nella diversità (la foto rappresenta la copertina).

Da quest’anno è ideatrice di un progetto, in partnership con la sezione locale dell’UNITALSI, che darà vita ad una cooperativa sociale di tipo B, per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità.

E’ socia di AIPEC (Associazione Italiana Imprenditori per l’Economia di Comunione) ed ha sposato i principi dell’Economia civile.

Da oltre un anno fa parte del Comitato promotore per la costituzione di una Fondazione di Comunità, insieme alle Diocesi di Piazza Armerina e di Caltanissetta e di un’altra associazione.

0

Start typing and press Enter to search